gran sasso laga intangible cultural heritage

Martedì 31 Luglio 2018, alle 18 presso la sede del Centro Studi Don Nicola Jobbi di Montorio al Vomano, in via L.B. Patrizi, n°3, presentazione dei risultati del progetto Gran Sasso Laga ICH (Intangible Cultural Heritage) il cui obiettivo è valorizzare, promuovere e tutelare il patrimonio immateriale dell’area del Gran Sasso e dei Monti della Laga.

Nato dal partenariato tra studiosi del patrimonio culturale abruzzese (Associazione Bambun per la ricerca demo-etnoantropologica e sociale e Associazione LEM-Italia) e progettisti per lo sviluppo locale (PanSpeech srl e Associazione Itaca), il progetto coinvolge 8 comuni montani della provincia di Teramo compresi nel cratere aquilano del 2009 ovvero: Arsita, Castelli, Colledara, Fano Adriano, Montorio al Vomano, Penna Sant’Andrea, Pietracamela, Tossicia.

Finanziato dal Programma di Sviluppo Restart, previsto dalla Legge n. 125 del 6 agosto 2015 del Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica (CIPE – Sviluppo delle potenzialità culturali per l’attrattività turistica del cratere, art. 11, comma 12, decreto 78/2015 convertito dalla legge 125/2015, lett. B: attivazione attività e programmi di promozione dei servizi turistici e culturali”, filone c – annualità 2017), Gran Sasso Laga ICH si pone l’obiettivo di creare un inventario del patrimonio culturale immateriale, di consolidarne la trasmissione fra le generazioni e di promuovere itinerari culturali originali per supportare l’incremento dell’attrattività turistica dei comuni coinvolti.

Per saperne di più
www.gransassolagaich.it

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *